Translate in your favourite language! :-P

01/08/12

Il Passeggero, la bassotta e tutti gli altri



Da sempre o quanto meno dalla sua nascita, la rivista
è uno degli strumenti preferiti dalla Signora Cultura
per la propria diffusione di massa.
Ci sono storici esempi di riviste scritte da singoli
come The Review di Daniel Defoe, un unico foglio 
ricoperto dell'inchiostro del creatore di Robinson Crusoe
sul fronte e sul retro, autoprodotto e di cadenza 
irregolare che variava dai tre ai sette giorni.
Molto più diffuse e conosciute sono quelle riviste
che si presentano come veri e propri pool 
di menti e contenitori di conoscenza.
Monotematiche o sviluppate su più generi, 
limitate ad un unico stile di scrittura o
portatrici dei più vari generi narrativi, 
frivole o straripanti di cultura e sapere.
Sono famose per essere varie, ne esistono di infiniti
tipi e il numero continua a crescere.
The Passenger è una rivista. Non crea una tipologia 
del tutto nuova ma
certamente spicca nel suo genere.
Una rivista a fumetti, ma non di fumetti o, per meglio dire,
non solo. Un dvd cartaceo.
Un'esperienza unica anche al tatto
vista la cura dell'edizione e la scelta della tipografia
che è la stessa di un'altra gran bella
casa editrice italiana.






Il Passeggero è un uomo che viaggia molto. Per lavoro.
Lavorare e viaggiare è bello ma stancante. Fortunatamente, arrivano 
i periodi di pausa in cui il Passeggero può riposare a terra
in compagnia di Duda, la sua amata bassotta marziana.
Inoltre, lavorando e viaggiando,viaggiando e lavorando,
si fanno numerose conoscenze. 
Alcune restano semplici rapporti professionali
altre possono diventare amicizie vere
di quelle che t'invogliano a vedere,
sentire,
parlare e
collaborare con l'altra persona.
Collaborazioni gratuite se il progetto è quello di pubblicare
una rivista indie che mescoli  arte e artisti
di vario genere, di tutto il mondo.
Numerose telefonate ed e-mail dopo, 
il progetto prende forma fino a nascere in tutta la sua magnificenza.
Fino a prender vita per stabilirsi nelle vostre menti
e nei vostri cuori.



Il Passeggero, pseudonimo di Cristian G. Marra, è riuscito
splendidamente
nel suo intento.
In questo contenitore multiculturale,
registi di tutto il mondo scrivono sceneggiature che 
sono trasformate in immagini da
fumettisti, graphic designer, pittori e quant'altro.
Ed ecco che il regista hongkonghese è illustrato
da un disegnatore venezualano
mentre
il regista polacco da un giovane fumettista italiano.
Ma The Passenger non è solo storie.
Vi sono pin-up (alcuni superbi), dipinti,
recensioni di cd musicali e film,
concorsi a premio e giochi dell'oca.
Un calderone di esperienze visive 
e non solo
 che vi donerà piacevoli ore di lettura 
e rilettura. 
The Passenger
si fa divorare ma senza saziare,
si fa assaporare ma lasciando quel retrogusto d'insoddisfazione
che ti spinge nuovamente alla lettura.
Dopodiché, vorresti conoscere ogni regista, ogni disegnatore,
ascoltare musica e visionare i film consigliati.
No, non è plagio, è un puro e semplice invogliare 
al piacere per la cultura.
Un piacere, una fame che sempre meno
oggi
la gente riesce a stimolare autonomamente.
Dopotutto, la curiosità è la virtù dei forti e
un popolo forte è un popolo sovrano.

The Passenger è edito e distribuito dall'indipendente The Passenger Press di cui trovate qui il blog (il sito è in fase di costruzione). Questa casa editrice indie è frutto delle menti e delle fatiche del già citato Christian G. Marra e del direttore artistico Marco Andreoletti, proprietario di questo magnifico blog del quale dovreste leggere ogni singolo post come obbligo morale verso voi stessi. Infine, se siete interessati alle riviste (sono usciti tre numeri per ora) potrete visionare le preview qui, qui e qui rispettivamente del #0, del #1 e del #2.
Tornerò presto a parlare di loro poiché gli ottimi titoli da leggere e di cui scrivere non mancano certo tra le loro pubblicazioni.

Auf Wiedersehen.

MMS

2 commenti:

  1. ecco! grazie di cuore!!!1!! se potessi ti bacerei ora!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere che tu l'abbia letto e che ti sia piaciuto.
      Per quanto riguarda il bacio, puoi conservarlo per quando verrò a trovarvi a qualche fiera. :P

      Elimina